Su Instagram ora si possono usare filtri personalizzati

Su Instagram ora si possono usare filtri personalizzati

Spark AR, lo strumento per creare filtri e maschere per Instagram è ora aperto a tutti gli utenti (fonte: Facebook)

La realtà aumentata permette agli utenti di rendere le proprie storie di Instagram più accattivanti grazie a maschere e filtri. E ora ciascuno potrà creare i propri. Facebook ha deciso di aprire le porte della sua piattaforma Spark Ar a tutti gli utenti in modo tale che essi potranno caricare filtri, effetti e maschere personalizzate.

Spark Ar è nato come strumento di realtà aumentata, dedicato solamente agli sviluppatori approvati dal social network, ma l’ultimo aggiornamento fa cadere questo blocco. “Alla F8 di quest’anno, abbiamo annunciato i nostri piani per uscire dalla closed beta di Spark Ar su Instagram e dare a tutta la comunità di creatori Spark Ar il potere di pubblicare i loro effetti su Instagram”, annuncia Facebook sul suo portale Tech@Facebook.

Il social network fa sapere che oltre 1 miliardo di persone ha già utilizzato gli effetti e filtri basati su Spark Ar su Facebook, Instagram, Messenger e Portal.

Per adoperare gli effetti speciali sviluppati sulla piattaforma è necessario accedere alla sezione “Cerca altri effetti” alla fine della barra degli effetti nella fotocamera di Instagram, dove è possibile consultare una vasta libreria di filtri. Una volta selezionato quello desiderato, l’utente potrà decidere se provarlo in una storia o scaricarlo sul telefono, in modo da utilizzarlo anche in un secondo momento.

Il portale darà visibilità a tutti gli artisti che vorranno cimentarsi nella creazione del proprio filtro e a tutti gli altri utenti che, forniti di buona fantasia, vorranno sperimentare l’esperienza. Da aprile Spark Ar può essere utilizzato anche tramite Windows.

The post Su Instagram ora si possono usare filtri personalizzati appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Su Instagram ora si possono usare filtri personalizzati