Perché Elon Musk vuole aprire una fabbrica di caramelle

Perché Elon Musk vuole aprire una fabbrica di caramelle

Fonte: https://www.wired.com
Fonte: https://www.wired.com

Non bastava la bizzarra produzione di merchandising (culminata con l’uscita sul mercato di un lanciafiamme) a colorare le attività imprenditoriali di Elon Musk; nella giornata di ieri il numero uno di Tesla e SpaceX ha infatti dichiarato su Twitter che la sua prossima impresa consisterà in un’azienda dedita alla produzione di caramelle. La dichiarazione è arrivata a mezzo Twitter, ma dal momento che Musk sulla piattaforma è solito lasciarsi andare a dichiarazioni tra il serio e il faceto non è stata presa sul serio da tutti.

In effetti l’idea dell’imprenditore non arriva dal nulla, ma è nata nell’ambito della presentazione degli ultimi dati trimestrali di Tesla, durante i quali Musk, rispondendo a una domanda di uno dei presenti, ha affermato che nel momento in cui l’unica difesa di un’azienda contro la concorrenza è quella di trincerarsi dentro al proprio fossato e fare leva sui propri vantaggi competitivi, l’azienda in questione non può avere vita prospera.

Quello di fossato (moat in inglese) è un concetto che in questo settore ha lo specifico significato metaforico appena descritto: rappresenta il vantaggio acquisito da una società e il fatto che possa essere sfruttato per impedire che aziende rivali ne minaccino la posizione. Il termine in ambito economico è stato ideato e portato dal multimiliardario Warren Buffet, che ne ha da sempre lodato l’importanza e che a questo punto non poteva non essere chiamato in causa.

Interpellato sulla questione, Buffet ha infatti difeso le proprie convinzioni cogliendo l’opportunità per lanciare una frecciata a Musk: “In giro vedo ancora fossati capaci di svolgere il proprio mestiere; Elon è sicuramente in grado di farsi valere in molti settori, ma non penso vorrebbe tentare di sfidarci in quello dei dolciumi”. Buffet si riferisce alla sua Berkshire Hathaway che annovera tra le proprietà anche la catena statunitense See’s Candies; Musk del resto non è persona da lasciarsi alle spalle una provocazione, ed ecco spiegato il tweet di queste ore.

Se Musk abbia intenzione o meno di dare seguito a quanto promesso (nei tweet successivi ha specificato di essere tremendamente serio) lo sapremo presto; l’ultima volta che l’imprenditore ha raccolto una provocazione del resto ha fatto tabula rasa delle pagine Facebook di Tesla e SpaceX, e il punto che vuole provare nel suo scambio con Buffet (“dire che ti piacciono i fossati è come dire che ti piacciono gli oligopoli”) sembra vederlo abbastanza coinvolto.

The post Perché Elon Musk vuole aprire una fabbrica di caramelle appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Perché Elon Musk vuole aprire una fabbrica di caramelle