Il prototipo di macchina volante che unisce automobile e aeroplano

Il prototipo di macchina volante che unisce automobile e aeroplano

Di macchine volanti sentiamo parlare da anni, ma all’atto pratico stiamo ancora attendendo modelli capaci di mantenere fede alle promesse. Tanti sono i problemi da risolvere e i limiti da superare – senza contare le regole che dovranno normalizzare il fenomeno, ovviamente – ma nel frattempo si moltiplicano concept e prototipi col potenziale per cambiare le carte in tavola.

Tra gli ultimi arrivati c’è Aska, termine che in giapponese significa “uccello volante”, un veicolo eVtol (cioè a decollo e atterraggio verticali) che ricalca le forme di un’auto. Ideata dai coniugi Guy e Maki Kaplinski, co-fondatori della startup Nft (sigla di Next Future Transportation) che ha sede a Mountain View, cittadina californiana nota per ospitare il quartier generale di Google, Aska può volare e viaggiare su strada a seconda delle necessità, può ospitare fino a tre passeggeri e per decollare conta sul sistema proprietario Sense & Avoid che non richiede la presenza di un pilota.

Due giorni fa Nft ha presentato un modello in scala del veicolo all’interno di EcoMotion, fiera dedicata alle novità dell’automotive che si tiene a Tel Aviv, e l’obiettivo è realizzare un prototipo volante entro il prossimo anno per arrivare sul mercato nel 2025.

Nei piani della startup, Aska dovrebbe essere acquistata da aziende e privati per un costo attorno ai 200mila dollari, ma più verosimilmente sarà utilizzato dai futuri (eventuali) clienti tramite un abbonamento il cui prezzo potrebbe aggirarsi sui 200-300 dollari al mese. Il veicolo sarà lungo sei metri nella configurazione da strada, mentre nel formato aereo avrà una apertura alare di circa dodici metri.

The post Il prototipo di macchina volante che unisce automobile e aeroplano appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Il prototipo di macchina volante che unisce automobile e aeroplano