I 10 unicorni dell’intelligenza artificiale

I 10 unicorni dell’intelligenza artificiale

Intelligenza artificiale (Getty Images)
Intelligenza artificiale (Getty Images)

Quello dell’intelligenza artificiale è uno dei mercati che negli ultimi anni ha visto l’espansione maggiore per quanto riguarda il comparto delle tecnologie, con un valore stimato attorno ai 190 miliardi di dollari entro il 2025 e un tasso annuo di crescita del 36,6%, secondo i dati della società di ricerca Markets and markets. Sempre più aziende si stanno quindi rendendo conto che la competizione si gioca soprattutto sull’impiego e lo sfruttamento di sistemi di machine learning e di software Ai, e a livello globale le startup che offrono servizi in quest’ambito si concentrano soprattutto negli Stati Uniti e in Cina.

Se da sola la società cinese ByteDance, grazie a piattaforme come TikTok o Toutiao, è arrivata in sette anni a essere valutata oltre 75 miliardi di dollari e con finanziamenti per oltre 3,1 miliardi, nelle retrovie esistono anche molti altri unicorni che si stanno muovendo in fretta. Ecco alcune tra le startup dell’intelligenza artificiale che valgono ormai più di un miliardo di dollari, secondo i dati riportati da CbInsights.

UiPath

Tra i nomi “storici” che sviluppano sistemi di intelligenza artificiale per l’automazione dei processi lavorativi, l’americana UiPath, nata nel 2004, è arrivata orami a una valutazione di 7,1 miliardi di dollari dopo aver chiuso un round di finanziamento da 568 milioni di dollari.

Argo Ai

Anche grazie a un recente investimento di Volkswagen da 2,6 miliardi di dollari, la startup americana Argo, che produce soprattutto software di intelligenza artificiale per la guida autonoma, è oggi valutata attorno ai 7 miliardi di dollari.

SenseTime

La compagnia cinese SenseTime, che sviluppa sistemi per il riconoscimento facciale e per computer vision, oggi è valutata attorno ai 4,5 miliardi di dollari. Quest’unicorno è anche tra i più finanziati al mondo nel settore dell’intelligenza artificiale, con ben 2,6 miliardi di dollari raccolti in 5 anni da diversi investitori tra cui anche un colosso dell’ecommerce come Alibaba e il fondo cinese Sbcvc.

Face++

Sempre nel mondo dei software di riconoscimento facciale, la compagnia cinese Megvii, più comunemente conosciuta per il suo sistema Face++, ha chiuso qualche mese fa un finanziamento da 750 milioni di dollari guidato dal fondo d’investimento della Banca nazionale cinese. Con un complesso di 1,4 miliardi di dollari raccolti anche grazie agli investimenti di un colosso come Alibaba, la startup di Pechino ha raggiunto una valutazione di 4 miliardi e ha da poco presentato i documenti per la sua quotazione sulla piazza di Hong Kong, come si legge su Cnbc.

Indigo Agriculture

La società americana Indigo Agriculture, precedentemente conosciuta come Symbiota, produce semi e soluzioni microbiche per incrementare la produzione agricola di piante sfruttando le capacità predittive dei sistemi di Ai. La compagnia è valutata oltre 3,5 miliardi di dollari.

Cloudwalk

Ancora nell’ambito del riconoscimento facciale, applicato però soprattutto al settore dei pagamenti e a quello della sicurezza pubblica e militare, si muove la compagnia cinese Cloudwalk, valutata attorno ai 3,3 miliardi di dollari e in grado di raccogliere oltre 3,8 miliardi di Yuan (oltre 530 milioni di dollari) da diversi round di investimento.

Zoox

Un altro unicorno dell’intelligenza artificiale attivo nel settore della mobilità autonoma è l’americana Zoox, compagnia che ha ricevuto finanziamenti totali per oltre 790 milioni di dollari ed è stata valutata oltre 3,2 miliardi.

Horizon Robotics

La startup cinese Horizon Robotics dal 2015 sviluppa chip di intelligenza artificiale per i robot e in quattro anni ha raccolto più di 700 milioni di investimento che l’hanno portata a una valutazione complessiva di 3 miliardi di dollari.

Automation Anywhere

Un altro storico nome dei sistemi di intelligenza artificiale soprattutto per quanto riguarda i processi di automazione nella produzione in diversi settori è Automation Anywhere, startup nata a San Francisco nel 2003 e in grado di accumulare finanziamenti per oltre 500 milioni di dollari. Automation Anywhere ha una valutazione complessiva di 2,6 miliardi di dollari.

Yitu Technologies

Un’altra compagnia cinese impiegata nello sviluppo di sistemi di riconoscimento facciale e di computer vision usati nel settore della sicurezza è Yitu, startup nata nel 2012 e arrivata a 356 milioni di dollari di investimento da parte, tra gli altri, anche della Banca industriale cinese, e a una valutazione complessiva di 4 miliardi di dollari.

The post I 10 unicorni dell’intelligenza artificiale appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: I 10 unicorni dell’intelligenza artificiale