Huawei P40: foto e video al top, come sempre

Huawei P40: foto e video al top, come sempre

La tradizione continua, come una sorta di marchio di fabbrica. La serie “P” dell’azienda cinese ha sempre rappresentato un punto di riferimento per le soluzioni innovative adottate nel campo dell’imaging e il nuovo Huawei P40 non tradisce le aspettative.

È presto per affermarlo con certezza, lo confermeremo con una recensione approfondita, ma ancora una volta lo smartphone firmato dagli ingegneri di Shenzhen sembra avere caratteristiche tecniche ai vertici di categoria. Funzioni e prestazioni che puntano ad essere il benchmark di riferimento del mercato, come lo è stato per i modelli precedenti.

La serie annunciata in streaming da Richard Yu, Ceo di Huawei Mobile, è composta da tre modelli: Huawei P40, Huawei P40 Pro e Huawei P40+. Il primo è il più compatto, con un display da 6,1 pollici; lo schermo del secondo e del terzo, invece, è da 6,58 pollici. Tutti sono ovviamente compatibili con la rete 5G. Il P40+, però, arriverà  solo nei prossimi mesi, entro l’estate, e ve lo racconteremo meglio appena sarà disponibile.

Il modello di punta Huawei P40 Pro, già disponibile in preordine, è caratterizzato da un reparto imaging composto da quattro fotocamere con le seguenti specifiche: principale 50 MP UltraVision (23mm, f/1.9, OIS), Cine Camera Ultra Grandangolare 40 MP (18mm, f/1.8 per Time Lapse 4K e Slow Motion fino a 7680 fps), Telefoto periscopica da 12 MP (zoom ottico 5x, 125mm, f/3.4) e fotocamera Huawei TOF 3D.

Queste caratteristiche dicono già molto sulle velleità fotografiche del telefono, ma a rafforzare le aspettative è il nuovo sensore UltraVision da 1/1.28 pollici, il più grande del mercato capace di raggiungere una sensibilità record di 409.6000 ISO e catturare il 40% di luce in più rispetto al P30. Scatti e video notturni, grazie anche al contributo dell’intelligenza artificiale, puntano così a raggiungere qualità molto elevate. Piuttosto interessante anche lo zoom 50x, ben supportato dall’IA che riduce al minimo i difetti dell’ingrandimento digitale.

L’intelligenza artificiale, chiamata Golden Snap, consente anche di svolgere alcune funzioni evolute che rappresentano un grande supporto per gli amanti della fotografia: per esempio, basta un clic per rimuovere le persone che si sono inserite involontariamente nello sfondo di una foto; con la stessa semplicità il P40 rimuove i riflessi creati dai vetri ed è in grado di scegliere l’espressione facciale di un ritratto o il momento ideale di un’azione sportiva usando uno specifico algoritmo.

Un altro aspetto interessante di questo dispositivo è rappresentato dalle funzioni dedicate al video, argomento sul quale Huawei ha lavorato parecchio. Entrambi i modelli sono, infatti, equipaggiati con una specifica lente cinematografica grandangolare, studiata appositamente per offrire prestazioni simili ai prodotti professionali. La risoluzione massima si ferma a 4K HDR+ (disponibile anche sulla camera frontale da 32 MP), ma è stata incrementata sensibilmente la stabilizzazione, la velocità dell’autofocus e sul modello Pro anche lo slow motion con il frame rate più elevato mai raggiunto su uno smartphone.

Tra i plus di Huawei P40 Pro c’è sicuramente il display Oled capace di supportare il refresh a 90Hz, che può essere impostato in automatico per assicurare una maggiore autonomia della batteria. I bordi, poi, sono ridotti al minimo e per la prima volta viene adottata la tecnologia Huawei Acoustic Display, che permette di erogare i suoni direttamente dallo schermo invece che dagli speaker, proprio come succede per diversi televisori di ultima generazione.

Passiamo alle prestazioni: la nuova serie di smartphone è stata equipaggiata con il recente processore Kirin 990 5G octa-core a 7nm (lo stesso del pieghevole Mate Xs), che assicura velocità, fluidità d’uso e una buona ottimizzazione della batteria, anche se le capienze non sono esagerate (3800 mAh e 4200 mAh). Il P40 è supportato da 8GB di ram e 128 di rom, il P40 Pro ha invece un taglio da 8/256 GB di memoria. Tutti con Android 10 Open Source e interfaccia EMUI 10.1. Bene la presenza della dual sim su ogni modello e il supporto del wi-fi 6.

Il nuovo Huawei P40 avrà un costo di 799 euro, la versione Pro di 1049 euro. Sono preordinabili da oggi fino al 6 aprile, con in omaggio il rinnovato smartwatch Huawei Watch GT2, il cui valore commerciale è di 229 euro.

Sul palcoscenico Richard Yu ha annunciato anche il rilascio ufficiale del servizio Huawei Music, che vanta già oltre 50 milioni di brani e funzioni evolute come “New Releases” e “Music Buzz” per esplorare e conoscere nuovi generi e nuove hit. Il servizio prevede tre mesi di preview gratuita se ci si iscrive entro il 26 aprile, poi 9,99 euro al mese.

The post Huawei P40: foto e video al top, come sempre appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Huawei P40: foto e video al top, come sempre