Come ricevere i finanziamenti del piano scuola per l’estate 2021

Come ricevere i finanziamenti del piano scuola per l’estate 2021

(Foto: Nicolò Campo/Sipa Usa)

Il ministero dell’Istruzione ha approvato il piano scuola per l’estate 2021, l’iniziativa che consentirà alle istituzioni scolastiche di restare aperte durante i mesi estivi e fornire percorsi educativi e relazionali aggiuntivi alle studentesse e agli studenti, dopo il lungo periodo in didattica a distanza. Per partecipare al progetto le scuole dovranno completare un’iscrizione online con cui candidarsi a ricevere i fondi stanziati dal ministero.

Compilazione scheda anagrafica

Come prima cosa le istituzioni statali dovranno aggiornare e completare le schede anagrafiche dei dirigenti scolastici e della scuola, mentre le scuole paritarie non commerciali dovranno aggiornare la profilatura del coordinatore delle attività didattiche sul sistema informativo dell’istruzione (Sidi). A quel punto sarà possibile accedere al sistema informativo del ministero tramite le credenziali istituzionali Sidi.

Compilazione della candidatura

Una volta entrati nel sistema si potrà presentare la candidatura della scuola cliccando su Avvisi e candidature. In questa sezione, dirigenti scolastici e coordinatori possono abilitare gli eventuali collaboratori, per la compilazione della candidatura, alla voce Gestione abilitazioni. Sarà necessario solamente aggiungere le schede anagrafiche di riferimento, tramite le funzioni Aggiungi docente o Aggiungi personale non docente. I collaboratori potranno intervenire sulla candidatura, dopo aver compilato la propria scheda anagrafica, effettuando l’accesso al sistema Gpu 2014-2020, entrando con le proprie credenziali Gpu.

Candidatura singola o di rete

Le scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione potranno presentare la candidatura come scuola singola o in rete con altre scuole. In questo secondo caso, tutta la procedura di iscrizione dovrà essere gestita dall’istituzione nominata come capofila e le altre scuole non dovranno inoltrare alcuna candidatura. Potranno iscriversi anche i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti.

Finanziamenti

Ogni tipologia di scuola avrà diritto a un massimale di spesa sulla base del numero degli iscritti: fino a 60mila euro per 600 iscritti e fino a 100mila euro oltre i 600 iscritti. Per le scuole che parteciperanno in rete il numero di studenti di riferimento sarà quello della scuola capofila.

Progetti e moduli

L’area di candidatura sarà divisa in quattro sezioni: Progetti, Riepilogo, Stampa di controllo e Inoltro. Nella sezione Progetti potranno essere scelte due modalità di interventi: quelli per la riduzione della dispersione scolastica e il successo scolastico degli studenti e quello per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti in rete. Ogni intervento sarà diviso in diversi moduli formativi, riguardanti l’attività fisica, le attività creative e artistiche, l’educazione alla cittadinanza, alla legalità e ai diritti umani. Oppure relativi al potenziamento delle competenze linguistiche, digitali, scientifiche o personali. Per ogni modulo dovrà essere inserito il numero di studenti, compreso tra un minimo di 9 e un massimo di 20 partecipanti. Il numero di ore previsto per ogni modulo sarà 30 e non potrà essere modificato.

Scheda finanziaria e inoltro della candidatura

Una volta completata e salvata la sezione relativa ai moduli, i dati verranno considerati come acquisti e sarà possibile accedere alla “scheda finanziaria”. Le voci qui presenti saranno compilate in maniera automatica sulla base dei dati inseriti in precedenza. Le spese per il servizio mensa sono considerate un costo opzionale, per cui è prevista una voce separata. Al termine della compilazione di questa sezione la candidatura sarà convalidata, per cui si passerà al riepilogo delle voci, alla stampa di controllo e all’inoltro della candidatura.

Le attività finanziate potranno svolgersi negli spazi aperti delle scuole e del territorio, in cinema, teatri, musei, biblioteche, parchi o centri sportivi, con il coinvolgimento degli insegnanti, del terzo settore, di educatori ed esperti. Il piano è strutturato in 3 fasi e prenderà come punto di partenza gli scrutini di giugno 2021, che consentiranno agli insegnanti di valutare quali percorsi di apprendimento personalizzato saranno necessari. Sempre a giugno cominceranno i corsi di rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali. Luglio e agosto saranno dedicati alle attività basate sulla socializzazione e ricreative. Mentre a settembre si procederà con l’introduzione del nuovo anno scolastico e con gli esami di recupero per le scuole superiori.

The post Come ricevere i finanziamenti del piano scuola per l’estate 2021 appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Come ricevere i finanziamenti del piano scuola per l’estate 2021