Amazon riqualifica 100mila lavoratori: corsi di coding e machine learning

Amazon riqualifica 100mila lavoratori: corsi di coding e machine learning
Amazon HQ

Amazon investirà 700 milioni di dollari per avviare un piano di riqualificazione di 100mila dei suoi dipendenti negli Stati Uniti. Il progetto, soprannominato Upskilling 2025, punta sulla formazione avanzata di un terzo della forza lavoro attuale per rispondere alla futura richiesta di nuove competenze nei settori maggiormente in espansione del colosso dell’ecommerce.

Tra i principali progetti di formazione proposti da Amazon ai suoi dipendenti ci sono ovviamente quelli che riguardano le competenze tecniche. In quest’ottica uno dei programmi offerti è, per esempio, Amazon Technical Academy, che permette agli impiegati senza una formazione tecnica di apprendere nozioni base per accedere a una carriera nell’ambito della programmazione di software.

Altri programmi sono invece Associate2Tech, che forma personale per ruoli tecnici indipendentemente dalle esperienze precedenti, e il programma Machine learning university, per portare dipendenti con competenze tecnologiche specifiche all’interno dei laboratori in cui si sviluppano servizi basati sul machine learning.

Ci sono poi anche tre programmi di formazione interna finanziati direttamente dal colosso americano, come Amazon Career Choice, che copre fino al 95% dei costi per corsi di formazione scelti dai dipendenti; l’Amazon Apprenticeship, che funziona come un programma di apprendistato retribuito in azienda; e infine l’Aws Training and Certification, che forma i dipendenti nella gestione e nelle competenze relative al cloud di Amazon.

Nel complesso, questo piano di riqualificazione serve a rispondere alla rapida crescita della domanda di personale altamente specializzato di cui la compagnia avrà bisogno nei prossimi anni. Secondo gli analisti le mansioni che sono cresciute maggiormente negli ultimi cinque anni all’interno dell’azienda di Jeff Bezos sono quelli relativi al mapping (cresciuto dell’832%), alla gestione dei big data (505%), all’architettura di sistemi informatici (454%), alla logistica (400%), all’ingegneria di sicurezza (229%) e all’economia gestionale (160%).

E quella della riqualificazione rischia di essere una necessità in futuro, dato che, secondo stime recenti, in molti settori l’automazione potrebbe arrivare a sostituire circa il 73% della forza lavoro. Già in Amazon molti lavoro sono ormai svolti da robot e grazie a programmi di formazione attivati, molti dipendenti potranno sfruttare le nuove competenze acquisite anche all’interno di altre aziende, per meglio rispondere alla richiesta di competenze tecnologiche sempre maggiori e accedere a posizioni avanzate.

The post Amazon riqualifica 100mila lavoratori: corsi di coding e machine learning appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Amazon riqualifica 100mila lavoratori: corsi di coding e machine learning