Amazon Prime Video annuncia la prima serie italiana (e tante altre)

Amazon Prime Video annuncia la prima serie italiana (e tante altre)

Amazon HQ

La sfida delle piattaforme streaming scalda sempre più i motori. Una realtà come Amazon Prime Video, che forse finora ha sofferto la competizione con i maggiori investimenti del rivale Netflix, ha ora deciso di dare una bella accelerata alle sue produzioni originali. In queste ore sono state infatti 20 serie, fra inedite e rinnovate, che giungeranno nei prossimi mesi a livello internazionali, ma con produzioni localizzate anche in Regno Unito, Germania, Spagna, India, Giappone, Messico e soprattutto Italia, con l’annuncio contestuale della prima serie che Amazon realizzerà da noi.

Ancora senza titolo, la prima produzione Prime italiana sarà realizzata in collaborazione Wildside e vedrà alla sceneggiature due celebri autori come Nicola Guaglione (Indivisibili, Suburra la serie) e Menotti (Lo chiamavano Jeeg Robot). Si tratterà di un crime-drama ambientato nella Milano degli anni Ottanta: qui una ragazza diventerà il membro più giovane della mafia locale per tentare di riconquistare l’amore del padre, dovendo far convivere la sua vita da studentessa adolescente e quella di criminale incallita. Ancora senza titolo, le riprese della serie inizieranno entro il 2019.

Fra le altre novità su cui sono emersi dettagli bisogna segnalare soprattutto Good Omens, la serie tratta da Neil Gaiman con David Tennant e Michael Sheen: il titolo debutterà il prossimo 31 maggio, mentre è stato rivelato che a interpretare il ruolo di Satana ci sarà Benedict Cumberbatch (a fare la parte di Dio ci sarà invece Frances McDormand). In lingua inglese annunciata anche The Power, nuova serie thriller tratto dal bestseller di Naomi Alderman Ragazze elettriche (edito in Italia da Nottetempo) e che sarà diretta da Reed Morano di The Handmaid’s Tale.

Tanti i titoli di lingua spagnola annunciati: in Spagna Prime Video produrrà La Templenza, dramma ambientato alla fine dell’Ottocento e El Cid, adattamento contemporaneo del famoso capolavoro letterario. In Messico, invece, si svolgerà la produzione di El Presidente, true crime sullo scandalo di corruzione Fifa Gate; El Juego de Las Llaves, su quattro longeve coppie che a un certo punto decidono di scambiarsi; Como Sobrevivir Soltero, dramedy sulla vita dell’attore messicano Sebastian Zurita e di altri millennial cronicamente single. Inoltre arriveranno una commedia fantascientifica e un thriller politico ancora senza titolo, mentre sono state rinnovate per una seconda stagione la serie comica Lol: Last One Laughing e la drammatica Diablo Guardian.

Dalla Germania arriverà invece Wir Kinder vom Bahnhof Zoo, ovvero l’adattamento seriale del celebre e controverso Noi, ragazzi dello zoo di Berlino di Christiane F, uscito nel 1978. Dal Giappone sarà la volta di The Bachelorette, versione al femminile e giapponese del reality americano The Bachelor, oltre a una serie a sfondo sociale creata assieme a Vice Media. Rinnovati invece per una settima stagione gli episodi del cabarettista Hitoshi Matsumoto.

Anche l’India è un mercato molto importante: Prime Video infatti produrrà il musical romantico Bandish Bandits, il thriller soprannaturale The Last Hour, altre due serie (una drammatica e una thriller) ancora senza titolo e perfino un reality show che vedrà sfidarsi aspiranti stand up comedian, che avrà anche uno spin-off in lingua tamil, Comicstaan. Rinnovata per una seconda stagione anche Mirzapur, storia di due fratelli consumati dall’ambizione e dal successo. Rinnovo anche per una serie internazionale di grande successo come The Grand Tour: l’irriverente produzione motoristica tornerà con una quarta stagione.

The post Amazon Prime Video annuncia la prima serie italiana (e tante altre) appeared first on Wired.

Leggi l’articolo completo: Amazon Prime Video annuncia la prima serie italiana (e tante altre)